PRIMARIA

Diversa da quella tradizionale.

Una scuola senza voti e senza compiti, dove ognuno può scegliere cosa fare in base alle sue preferenze. La Scuola Primaria Montessori di “Percorsi per Crescere”, è profondamente diversa da quella tradizionale, ma non per questo meno efficace nell’insegnamento. Si tratta di una scuola privata e parificata e il metodo è garantito da oltre un secolo di attività in tutto il mondo. Accoglie bambini e bambine dai 6 agli 11 anni e, attraverso un’accurata organizzazione di spazi e una scelta di materiali, risponde al bisogno dei bambini di essere sempre attivi, di sentirsi indipendenti nel fare e nel pensare e al continuo desiderio di conoscere, di sperimentare, di lavorare insieme con altri.

Finalità

Una scuola in cui non ci sono traguardi standard uguali per tutti è una scuola in cui possono più facilmente emergere le eccellenze e in cui naturalmente il gruppo-classe è sollecitato verso obiettivi più alti e non appiattito verso il basso. Questa osservazione, fatta dal genitore di un nostro alunno, riassume bene gli effetti del metodo Montessori sull’apprendimento. La scuola Montessori assicura il massimo ascolto possibile alle esigenze di sviluppo di ogni bambino o ragazzino, attraverso modalità di aiuto individualizzate, nel rispetto dei tempi di crescita e di azione della persona. Garantiamo ampia libertà di scelta delle attività, stabilendo nello stesso tempo in modo coerente e stabile i confini dello spazio di libertà in cui agire.

Un binario nitido che porta i ragazzi a sviluppare il senso di responsabilità personale, come pure il piacere di stare con gli altri, ciascuno con la propria diversità. I nostri obiettivi sono educare:

  • al senso di responsabilità attraverso l’esercizio attivo dei propri impegni
  • alla capacità critica tramite l’uso costante dell’autocorrezione
  • al rispetto degli altri considerando ogni individuo con fiducia, in ascolto delle sue reali possibilità

Insegnamento

Nella nostra scuola non ci sono voti, giudizi, premi, e neanche lodi verbali o scritte. Questo perché rispettiamo quello che ogni bambino può fare, con i suoi tempi e con tutte le risorse che riesce a impiegare. Non diamo compiti né a casa, né per le vacanze.

Le maestre suggeriscono letture e di tenere un “diario” delle vacanze, che può essere fatto anche di sole foto o disegni. Tutta l’attività – individuale o con altri – si svolge a scuola sotto gli occhi di tutti e con i tanti mezzi a disposizione.

ORARI

Applica il modello del tempo pieno che prevede 40 ore settimanali di lezioni.

Dalle 8 alle 16. Segue il normale calendario scolastico previsto dalla Regione Lombardia.

 

Non sono ammesse riduzioni di orario, salvo gravi ed eccezionali motivi.

Su richiesta è previsto l’ingresso anticipato dalle 7:30 e il prolungamento dalle 16 alle 17:45.

Dal termine delle lezioni a giugno fino alla fine di luglio è possibile usufruire del campo estivo.

Gli insegnanti

Per diventare un’insegnante Montessori è necessario seguire il metodo attentamente, seguire corsi di formazione e mantenersi costantemente aggiornati. Per questo selezioniamo con cura le nostre insegnanti, accertandoci che abbiamo le qualifiche necessarie per poter svolgere questo ruolo. Il maestro è una figura di riferimento per il bambino. Deve essere un’attenta osservatrice, ma anche una figura d’aiuto e un’osservatrice attenta dei suoi alunni. Determinanti sono i momenti di preparazione dei materiali, di organizzazione e cura degli spazi e di lavoro creativo per la costruzione di strumenti di cultura necessari alle attività autoeducative degli alunni. Da noi gli insegnanti non impongono né impediscono, ma propongono, stimolano e orientano. Il lavoro manuale Nel primo ciclo partiamo da attività manuali semplici e concrete, per costruire o riparare. Sono azioni importanti per la vita del gruppo, per il controllo personale dei movimenti, per l’abilità della mano anche in vista della scrittura, che porteremo avanti, sia pure in modo diverso, anche nel II ciclo. Insieme ai primi incontri con lettere e cifre, con disegni e nuove parole, i bambini affrontano esperienze per la formazione del gruppo, giochi, letture, uscite. Quindi, con il tempo, si mettono a disposizione materiali di psicogrammatica, di psicoaritmetrica, di psicogeometria.

Il lavoro manuale

Nel primo ciclo partiamo da attività manuali semplici e concrete, per costruire o riparare. Sono azioni importanti per la vita del gruppo, per il controllo personale dei movimenti, per l’abilità della mano anche in vista della scrittura, che porteremo avanti, sia pure in modo diverso, anche nel II ciclo. Insieme ai primi incontri con lettere e cifre, con disegni e nuove parole, i bambini affrontano esperienze per la formazione del gruppo, giochi, letture, uscite. Quindi, con il tempo, si mettono a disposizione materiali di psicogrammatica, di psicoaritmetrica, di psicogeometria.

Le aree di lavoro e le attrezzature