PROGETTO EDUCATIVO

Mettere davvero al centro il bambino, le sue capacità e i suoi sogni.

Mettere davvero al centro il bambino, le sue capacità e i suoi bisogni. È questo l’obiettivo della cooperativa sociale Percorsi per Crescere che ha scelto come metodo educativo il progetto Montessori, ritenuto il più rispettoso delle energie infantili e quello che instaura meglio una relazione delicata, non conflittuale, di reciproca fiducia tra adulto e bambino.
Citando la fondatrice, Maria Montessori: «Il bambino sente profondamente e teneramente ogni espressione della vita e chiede di essere molto amato e compreso. Il suo primo compito è la formazione della sua vita interiore e a questo scopo usa fin dai primissimi giorni il più meraviglioso strumento: l’intelligenza. Aiutarlo in questo cammino significa costruire la pace».

La proposta Montessori punta alla valorizzazione delle risorse individuali, allo sviluppo di una vita sociale molto intensa, alla collaborazione tra le persone e non alla competizione.

Un metodo che si accorda molto bene con altre metodologie nate dall’educazione attiva come i CEMEA francesi, il CEIS di Rimini, la pedagogia popolare di Freinet, le ricerche di Arno Stern sulla pittura infantile e le conoscenze circa le esigenze vitali dei primi anni, emerse dalle proposte di Emmi Pikler (Budapest) Françoise Dolto (Parigi), Elinor Goldschmied (Londra). La scelta educativa di Percorsi per crescere è sempre aperta alle novità e al confronto, per questo l’aggiornamento e la formazione sono continue.

Una cooperativa certificata

Nel 2010 la cooperativa ha ottenuto la Certificazione ISO 9001:2000. Il percorso compiuto per ottenere questa certificazione ha permesso di “mettere in fila” i processi, aiutando a capire meglio le richieste e a fissare obiettivi. Il sistema di gestione della qualità è in continua evoluzione e sempre teso alla ricerca del modello organizzativo più efficace ed efficiente.